Incubus, rock e grinta sul palco dei Dieci giorni suonati (foto)

Incubus, Dieci Giorni Suonati Vigevano, Foto. Gli Incubus tornano in tournée in Europa per alcune date; in Italia toccata la capitale il 25 giugno e Vigevano, all’interno della splendida manifestazione Dieci Giorni Suonati, proprio ieri sera, 26 giugno. Un festival che, sotto la sapiente organizzazione di Barley Arts, porterà sul palco artisti del calibro di Lenny Kravitz, Ben Harper, i Garbage e anche i G3, giusto per citarne alcuni. La location è stupenda: il parco del Castello Sforzesco di Vigevano fa da cornice ad un evento rock di ottimo livello.

Il concerto. In apertura spazio ai Fin, rock band proveniente dal Regno Unito, molto apprezzati dai presenti.
Alle dieci, puntualissimi, gli Incubus iniziano la loro performance live con la solita precisione e devozione che li contraddistingue: Brandon Boyd è in forma smagliante, t-shirt e jeans, capelli raccolti e baffetti in viso. La sua voce è come sempre perfetta e squillante: i brani sono presentati da poche parole, grande spazio alla sua bellissima voce. La band è al completo: Mike Einziger alla chitarra, Ben Kenney al basso, Jose Pasillas alla batteria e il coreografico Chris Kilmore, ai piatti e tastiere, che balla e salta in continuazione con i suoi rasta lunghissimi e decisamente coreografici.
Discreta la presenza del pubblico, probabilmente anche  perché l’ultima apparizione della band americana a Milano risale a pochi mesi fa ma i presenti partecipano e cantano insieme a Brandon, vero trascinatore.

Tra i brani proposti, sia le più datate hit che hanno catapultato la band in cima alle classifiche di tutto il mondo come “Drive”, “Pardon Me” e la splendida “Anna Molly”, sia canzoni tratte dal loro ultimo album del 2011 come “Adolescents”, “If Not Now, When?”, “In the Company of Wolves” e “Switchblade”.
Quasi due ore di concerto ad altissimo livello, in una location stupenda, all’interno di uno dei festival più interessanti dell’estate lombarda.

Pier Luigi Balzarini

Cliccando in basso a destra si accede ad un’esclusiva photogallery con le fotografie di Incubus e fiN (per scorrere gli scatti basta cliccare sulla foto)

Fotografie di Pier Luigi Balzarini