Euro 2012, Germania-Italia: tedeschi carichi e sicuri (almeno in edicola)

Euro 2012, Germania-Italia – Tedeschi spavaldi: capirai che novità. Evidentemente il passato non insegna nulla. Anche stavolta, come per la sfida del Mondiale di 6 anni fa, i giornali di Berlino e dintorni regalano titoli ed articoli ad effetto. La vittima? L’Italia, come Nazione e come Nazionale. Tra chi ci chiama “mandrilli” (parlando delle 700 donne di Cassano) e chi ci considera un popolo di effeminati per l’uso maschile del nome Andrea, c’è anche chi scade nel cattivo gusto di scavare nella vita privata di De Rossi (il suocero fu ucciso per una resa dei conti nel malaffare romano) e chi, come al solito, ci etichetta come pizzaioli all’ultimo stadio. Ironia e veleno, uno stile già noto.

L’elenco – Ma non basta: sull’“Hamburger Mogenpost” sono stati pubblicati i 20 motivi per cui (dato certo, a dire loro), la Germania vincerà stasera. Si va dalla valutazione complessiva del valore di mercato della rosa alle accuse di essere poco “puliti” (riferimenti a Calciopoli e scommesse). E a chi guarda con terrore ai precedenti, un monito: “Per quello che sarà oggi, ciò che è successo non conta”. Le parole sono di Muller, l’attaccante del Bayern Monaco.

Bisogna giocare – Le partite già vinte, il calcio lo insegna, non esistono. I tedeschi hanno sempre mostrato sicurezza. L’Italia ha spesso sorriso al fischio finale. Stasera è una semifinale ma è, come sempre, una sfida di culture e di popoli molto lontani l’uno dall’altro. Il calcio è un contorno. Ma gli azzurri sanno cosa bisogna fare per vincere.

 

Edoardo Cozza