Sequestro di cocaina ed eroina a Fiumicino

Maxi sequestro di cocaina ed eroina all’interno dell’aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino: 32 i chili totali di sostanze stupefacenti sequestrate. Continua il lavoro degli uomini della Guardia di Finanza volto a combattere il continuo traffico di droga importata dai paesi del Sud America attraverso l’occultamento all’interno di prodotti manifatturieri o doppi fondi ricavati dai bagagli.

Il primo corriere di ieri sarebbe un italiano proveniente da Santo Domingo che aveva nascosto sei chili di cocaina purissima all’interno di borse artigianali decorate con sfere ornamentali che in realtà contenevano la sostanza stupefacente. Poi è stata la volta di una coppia di spagnoli provenienti dal Brasile che trasportavano 8 chili di cocaina all’interno del doppio fondo della valigia. Altri 7 chili sono stati sequestrati a un cittadino ceco che li aveva nascosti nello zaino, anche lui proveniente da Santo Domingo mentre una donna spagnola proveniente da Buenos Aires ne teneva nascosti 7 chili nell’intelaiatura della valigia.

Un cittadino turco proveniente da Istanbul è stato arrestato, sempre a Fiumicino, per detenzione di due chili di eroina nascosti nel proprio bagaglio. Tutti i corrieri sono stati arrestati e trasferiti nel carcere di Civitavecchia con l’accusa di traffico internazionale di stupefacenti. La droga purissima, una volta pervenuta nelle mani delle organizzazioni criminali che si sarebbero occupate del taglio, la distribuzione e la vendita al dettaglio, avrebbe fruttato un totale di circa 7 milioni di euro.

Marta Lock