Smettere di fumare: ora si può grazie a un vaccino

Smettere di fumare: ora si può grazie a un vaccino. Chi ha il vizio di tenere una sigaretta tra le mani sa che staccarsi dalla nicotina non è poi impresa così facile. I danni respiratori e cardiovascolari provocati dal fumo sono ormai noti a molti e proprio per questo motivo un numero sempre crescente di persone si affida a metodologie di ogni tipo pur di smettere. C’è chi prova con cerotti che rilasciano nicotina, chi si affida alla sigaretta elettronica o a vapore e chi, addirittura ha divorato le pagine di libri che promettono risultati garantiti. Ma oggi la medicina viene in soccorso dei fumatori con una nuova eclatante scoperta.

Un vaccino di geni per dire addio al fumo. Il Weill Cornell Medical College di New York ha messo a punto un vaccino capace di “mangiare” le molecole di nicotina. Insomma, con una sola ignezione il problema dovrebbe essere risolto. Per ora la sperimentazione effettuata su topi ha avuto ottimi risultati. Il vaccino contiene una sequenza di geni programmata per creare questa sorta di «anticorpi mangia nicotina» (proprio perchè funzionano come il videogame Pacman, dove una sfera gialla mangia tutti i puntini disseminati nel labirinto), nelle cellule del fegato, in modo da neutralizzare la nicotina prima che arrivi al cervello, eliminando così la gratificazione per i fumatori causa della relativa dipendenza dal tabacco.

Cristina Mania