Calciomercato Russia, dopo Advocaat può essere Capello il CT

Capello nuovo CT russo – La Russia era candidata a ben figurare a Euro2012 soprattutto dopo le convincenti prestazioni contro l’Italia – amichevole terminata con un largo vantaggio sugli azzurri – e nel girone, almeno nella prima sfida con la Repubblica Ceca. Il declino rapido avuto poi con Polonia e Grecia hanno rimandato Dick Advocaat a casa, ma con un contratto già firmato. Il CT russo, infatti, terminata l’avventura in Polonia e Ucraina, si è accomodato sulla panchina del PSV Eindovhen, squadra olandese dell’Eredivisie con la quale aveva firmato al termine della stagione. Ora la Federazione russa si ritrova senza tecnico.

Erede di Advocaat – La Gazprom, società multimilionaria che gestisce la Federazione, avrebbe sponsorizzato in maniera abbastanza importante l’arrivo di Fabio Capello. L’ex CT dell’Inghilterra, che non ha avuto l’occasione di guidare la nazionale agli europei, ma soltanto ai mondiali, dai quali venne escluso, tral’altro, da un errore arbitrale, potrebbe riscattare le vicende degli ultimi tempi guidando la Russia ai Mondiali del 2014 in Brasile. La possibilità di vedere Capello nuovamente su una panchina di una nazionale non è troppo remota, ma al momento di difficile realizzazione: l’ex tecnico di Juventus, Milan e Roma vorrebbe un progetto serio dal quale ripartire, che necessita di una dirigenza e di un calciomercato. Requisiti che una nazionale non può assicurare.

Mario Petillo