Droga in Mediaset: Costanzo e Barale si dicono innocenti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:40

Droga in Mediaset: Costanzo e Barale si dicono innocenti. Un polverone bianco si è abbattuto negli studi Mediaset. Dopo il blitz che nei giorni scorsi ha portato all’arresto di 22 persone, proseguono le indagini per fare chiarezza sulla vicenda. Si parla, infatti, di spaccio di cocaina che coinvolge personaggi del mondo dello spettacolo legati a Mediaset. Tra gli arrestati figura anche Marco Dandolini,35 anni. Secondo gli inquirenti è lui il responsabile del traffico illecito in quanto l’uomo riforniva di coca tre dipendenti di Mediaset che, a loro volta, la distribuivano negli studi tv. Dalle intercettazioni ambientali, però, spuntano anche nomi importanti come quelli di Maurizio Costanzo e Paola Barale ma gli investigatori frenano dicendo che si potrebbe trattare di semplici “chiacchere da bar” visto che non c’è nessun riscontro oggettivo.

Costanzo e Barale innocenti. I diretti interessati si dicono assolutamente estranei ai fatti. Il celebre presentatore fa sapere che non c’entra nulla.”Non so di cosa si stia parlando” spiega e aggiunge: “Queste cose non mi riguardano in nessun modo. Ancora una volta devo dire che si tratta di un colpo di sole africano“. Anche Paola Barale si difende dalle accuse infondate. “Sono totalmente estranea ai fatti e di tutto quello che hanno scritto e di cui parlano non ho mai visto né sentito niente”  si legge sul sito DavideMaggio.it. A queste parole la Barale aggiunge: “Ciò che mi dispiace maggiormente è  che ci possa essere qualcuno che faccia così facilmente dei nomi, senza aver prima verificato se la cosa sia vera o meno. Queste nomee e questi fatti rovinano la reputazione delle persone“.

Cristina Mania