Allevatore ucciso a fucilate in Gallura

Un allevatore di pecore è stato ucciso nelle campagne di Budoni, in località Baia Sant’Anna, con un colpo di fucile che l’ha raggiunto al gluteo. Secondo le prime ricostruzioni il pastore stava passando la notte all’aperto per vigilare sul proprio gregge in un terreno a poca distanza dal mare, quando, intorno all’1 e 30 del mattino, è stato raggiunto dai colpi di un fucile a pallettoni.

Il 67enne Martino Ventroni aveva qualche precedente penale, perciò gli inquirenti stanno indagando sul suo passato per risalire a qualche dissapore o episodio particolare che possa aver provocato una reazione tanto estrema. I carabinieri ascolteranno le persone più vicine all’uomo per capire se l’omicidio possa essere ricondotto a una vendetta personale o a una tragica fatalità, al momento non si esclude alcuna pista.

A dare l’allarme sarebbe stato il collaboratore romeno dell’uomo, presente sul luogo del delitto e svegliato dal colpo di fucile, che avrebbe dato immediatamente l’allarme. Poco prima dell’arrivo sul posto dei sanitari del 118 però, l’allevatore sarebbe morto per dissanguamento. Insieme all’ambulanza sono giunti sul posto anche i carabinieri della compagnia di Siniscola e del Reparto operativo provinciale di Nuoro, che seguiranno le indagini. La Procura ha aperto un fascicolo ma al momento non ci sarebbero persone iscritte nel registro degli indagati.

Marta Lock