Euro 2012, Italia, parla Buffon: “È come nel 2006”


Euro 2012, Italia – Insieme a Pirlo, De Rossi e Barzagli è uno dei reduci della meravigliosa cavalcata che portò l’Italia sul tetto del mondo nel 2006. E proprio alla magica estate in Germania ha ripensato Gigi Buffon che, con le sue parate, contribuì in maniera decisiva alla vittoria finale: “Le emozioni e la fiducia sono le stesse del 2006, ma affrontiamo una grande squadra, l’unica che in tutto l’Europeo ha manifestato la propria superiorità. Comunque si parte da 0-0 e se la Spagna è favorita per quello che sta facendo vedere da anni, noi speriamo di essere la sorpresa fino in fondo”.

Buffon come Zoff – Gigi Buffon dunque c’è e ha una grandissima voglia di ripetersi per emulare un altro grande numero uno della nostra Nazionale: Dino Zoff, l’unico azzurro che è riuscito nell’impresa di diventare campione d’Europa (1968) e del mondo (1982), con il calcio italiano da poco uscito da un altro scandalo calcioscommesse. Per Buffon, non sono però gli scandali a dare le motivazioni giuste; il segreto è un altro e lo rivela in conferenza stampa: “A parte tutte le chiacchiere, abbiamo un grande amore per la maglia che va oltre ogni nostro limite per esaltare la nostra bandiera. Anche se non è semplice riusciamo sempre a creare un gruppo, che è la nostra forza”. Infine, una battuta su Balotelli: “Mario ha fatto molto bene perché è entrato in un grande gruppo fatto da tanti campioni. In più ha trovato un allenatore che è riuscito in più modi a farlo rendere al meglio. Il maggiore merito quindi è di Prandelli”.

Miro Santoro