Euro 2020, la folle idea di Platini: organizzarli in 12 città di tutto il Continente

Euro 2020, proposta Platini – Un’idea, un progetto per il futuro. Michel Platini, attuale Presidente dell’Uefa, alla vigilia della finale di Euro 2012 tra Spagna ed Italia, lancia la bizzara (ma seria) provocazione: “E’ una cosa che vi sorprenderà – ha anticipato ai giornalisti – ma sto pensando che gli Europei del 2020 potrebbero essere disputati non in una sola nazione ma in tutto il Vecchio Continente, scegliendo una dozzina di città sparse in giro”. L’ipotesi, che sarebbe funzionale ai festaggiamenti per i 60 anni della manifestazione, sarà valutata “dal comitato esecutivo e, probabilmente, una decisione sarà presa tra dicembre e gennaio”.

Il fascino ed il risparmio – Platini fa una pertinente valutazione di tipo economico: “Perché dovremmo obbligare una o due nazioni a costruire 4 o 5 stadi nuovi quando potremmo sfruttare tutti i migliori stadi europei, portando la manifestazione in giro per tutto il Continente?”. Tanti dubbi permarrebbero riguardo la fattibilità di un’operazione che appare complicata: trasferimenti, organizzazione di carattere di ordine pubblico e tanti altri fattori andranno valutati apertamente. Sarebbe un ulteriore passo verso un modernismo che sta attanagliando, pure troppo, il calcio. Il fascino e la poesia di una nazione che, tutta unita, aspetta l’evento sportivo dell’anno verrebbero smitizzati. In nome del dio denaro e della globalizzazione.

Edoardo Cozza