Siria, Annan: “Si trovi accordo per un governo di transizione”

Siria, Kofi Annan – Ancora un aggiornamento per quanto riguarda la questione siriana che in questi giorni sta diventando incandescente. Venti di guerra soffiano sul confine turco, massicciamente presidiato dalla contraerea turca e dall’esercito siriano. All’apertura della riunione dei ministri degli Esteri del Gruppo d’azione a Ginevra, Kofi Annan ha chiesto “unita’” ai ministri degli Esteri presenti e li ha esortati a trovare l’intesa sulle “linee-guida e i principi di una transizione politica che risponda alle legittime aspirazioni del popolo siriano“. Se così non fosse, ha proseguito Annan, “l’intera comunità internazionale sarà responsabile delle vittime della crisi siriana“.

Un’intesa difficile – Già dagli incontri preparatori si è capito che l’accordo a cui la riunione di Ginevra dovrebbe portare sarà molto difficile da raggiungere. Questi si sono infatti protratti a lungo, fino all’ultimo minuto utile, facendo slittare la riunione di due ore. I negoziati poi si sono aperti in un clima di pessimismo diffuso: Annan ha ricordato ai capi di Cina, Francia, Gran Bretagna, Russia, Usa, Iraq, Qatar, Kuwait, Turchia, e ai rappresentanti di Lega Araba, Onu e Ue che la situazione è gravissima e rischia di interessare anche altre aree della regione. Le posizioni di Cina e Russia rimangono ancora distanti da quelle delle cancellerie degli altri paesi circa i metodi con cui fermare le violenze.

R. A.