Home Tempi Postmoderni Mistero

Ufo nel Mar Baltico: spuntano i primi dubbi

CONDIVIDI

Sullo strano caso dell‘ufo trovato nel  Mar Baltico , appoggiato sul fondale, iniziano a circolare i primi dubbi. A parte il fatto che definirlo “Ufo”, vale a dire Unidentified Flying Object, potrebbe essere inappropriato, in quanto se sia  (o almeno sia stato) “volante” (flying), è notizia ancora tutta da verificare, alcuni esperti contestano la veridicità della scoperta, avanzando ipotesi ben più terrente. Potrebbe essere infatti solamente un molto più normale pezzo di roccia dalla forma circolare Secondo alcuni infatti, l’enorme oggetto,“assomiglierebbe al Millenium Falcon solamente perchè l’unica immagine a disposizione (catturata tramite sonar), è infarcita di numerosi artefatti, è infatti molto scarsa in risoluzione e in dettagli”. Quell’oggetto, hanno aggiunto “assomiglia al Millenium Falcon solamente perchè qualcuno  gli ha disegnato intorno un’immagine simile all’astronave di guerre stellari” .

Altri sospetti,  arrivano proprio dal fatto di non poter reperire altra documentazione, in quanto, hanno spiegato dal team Ocean X (responsabile delle indagini), “qualsiasi apparecchiatura elettrica, telefoni satellitari compresi, vicino a quell’oggetto si spegne improvvisamente e per ritornare funzionante bisogna allontanarsi considerevolmente“. Inoltre il fatto di non poter approfondire le indagini contribuirebbe ad aumentare il mistero sulla vicenda, nonchè la copertura mediatica sulla stessa.

Jonaton Hill, ricercatore spaziale della Arizona State University e che ha lavorato anche per la Nasa, analizzando le immagini provenienti da Marte, si è spinto oltre, avanzando il dubbio che “l’ufo”, potrebbe diventare ben presto un’attrazione turistica. “Mr Lindberg (il capo-spedizione, Nda) sta già programmando le uscite in sottomarino per portare i turisti a vedere l’oggetto” ha detto Hill in un’intevista per la rubrica Little Mistery di Life. “Quando qualcuno vanta una scoperta clamorosa – ha aggiunto – c’è sempre da chiedersi  se da questa possa trarne un guardagno ed è chiaro che Hill potrebbe avere molto da guadagnare da questa vicenda”. Alla fine, conclude  “per fare una verifica bastava usare un martello per prelevare un piccolo pezzo dell’oggetto e darlo in mano a un geologo”.

A.S.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram