Per il leghista Luca Dordolo “Balotelli è uguale ad un orango”

Luca Dordolo fa parlare nuovamente di sé – Ancora una volta un esponente della Lega si lascia andare a commenti a sfondo razzistico e lo fa pubblicamente, scrivendo una frase sul noto social network, Facebook. Il leghista in questione è Luca Dordolo, ex capogruppo della Lega Nord nel consiglio comunale di Udine. Dordolo è una vecchia conoscenza del mondo delle gaffe: sempre sul suo profilo Facebook, qualche tempo fa, aveva commentato un doloroso fatto di cronaca nera, con una battuta poco felice, che aveva gelato anche i suoi compagni di partito. “Maledetto, inquinare così il nostro sacro fiume. Cosa direbbero se andassimo a fare lo stesso nel Gange?” – questo aveva scritto il leghista Luca Dondolo per commentare il fatto di cronaca avvenuto in Emilia dove un indiano aveva ucciso la moglie incinta e gettato il suo corpo nel fiume Po. In quell’occasione il partito del Carroccio aveva subito preso le distanze dalle dichiarazioni di Dordolo che era stato allontanato e sospeso dalla sua carica di consigliere comunale di Udine.

Dordolo contro Balotelli – È tornato a far parlare di sé, Luca Dordolo, leghista doc, per una frase che, subito dopo la semifinale del campionato europeo, ha scritto sul suo profilo Facebook. L’esponente del Carroccio avrebbe pubblicato sul social network un fotomontaggio che accostava l’esultanza di Mario Balotelli dopo il secondo goal rifilato alla nazionale tedesca, quello che ci ha permesso di arrivare in finale, ad un orango. Non bastando la sola foto, l’ex consigliere comunale Dordolo si è sentito in dovere di commentare scrivendo, a lettere tutte maiuscole “MA SONO UGUALI”. Di sicuro anche questo suo exploit susciterà numerosissimi commenti da parte dei tifosi azzurri che oramai inneggiano a Super Mario Balotelli, autore di un’eccezionale partita contro la Germania, creando attorno a sé nuovamente una bufera.

Dordolo in sostegno di Pier Luigi Pellegrin – Non è tutto: Luca Dordolo aveva anche aderito a un gruppo nato sul social network che si intitola: “Sosteniamo Pier Luigi Pellegrin di Radio Padania Libera”. Pier Luigi Pellegrin è quel conduttore della radio leghista, dal quale poi si erano dissociati molti esponenti di punta del Carroccio, che aveva commentato la guarigione di una bambina ucraina, che poteva camminare dopo essere stata curata all’Arep di Villorba, in provincia di Treviso: “Può andarsene con le sue gambe a casa sua”.

Maria Rosa Tamborrino