Scandalo in Germania: legami tra neonazisti e servizi segreti

Germania – Scandalo tra le cerchie dei servizi segreti tedeschi per quanto riguarda le indagini sulla cellula naziosocialista “Clandestinità”. Una cellula altamente pericolosa e sottovalutata dai servizi segreti. Una negligenza che ha portato alla morte di 10 persone in 7 anni, uccise dal gruppo neo-nazista. Oggi che si sono scoperti gli errori degli uomini dei servizi, mai resi pubblici fino ad ora, il presidente dei servizi segreti Heinz Fromm si è dimesso.

Lo scandalo dei servizi segreti – I giornali locali hanno documentato come poco dopo la scoperta dell’esistenza dell’Nsu, alcuni uomini di Fromm avevano distrutto sette faldoni contenenti indicazioni raccolte tramite informatori dell’estrema destra. Gli investigatori pensano che questi documenti erano prove delle nefandezze dei servizi che potevano compromettere alcuni uomini dei servizi. A 3 dei fondatori ( e unici adepti) della Nsu è attribuita la responsabilità dell’omicidio di 10 persone tra il 2000 e il 2007, di aver compiuto due violenti attentati in Colonia  e di aver rapinato numerose banche.

Le indagini – Lo scandalo dei servizi segreti ha “comportato una terribile perdita di fiducia e un danno gravissimo all’immagine” a Fromm che ha chiesto le dimissioni lo scorso agosto. Oggi è stata aperta un inchiesta per fare luce sulle responsabilità della distruzione dei documenti e sugli ipotetici appoggi che hanno avuto i 3 membri e fondatori della Nsu per compiere 10 omicidi .

Michela Santini