Napoli: uccide la moglie con le forbici in un raptus di follia

Napoli, uccide moglie con forbici – Ancora un episodio di cronaca nera arriva da Napoli. Esattamente a Palma Campania un uomo, in preda ad un raptus di follia generato probabilmente da un tradimento ai suoi danni da parte della moglie, ha ucciso la donna, Alessandra Sorrentino di 26 anni, a colpi di forbice. Pare che in un primo momento l’uomo abbia soltanto ferito la donna con un paio di piccole forbici da cucina, poi, solo dopo la fuga di lei, l’uomo, Giancarlo Giannini di 36 anni, ha impugnato un grosso paio di forbici conficcandolo con violenza nel petto della moglie che è stata ritrovata nel balcone di casa priva di vita e in una pozza di sangue.

Reo confesso – Il tutto si è consumato nella notte, più o meno alle tre. Arrestato dai carabinieri, l’uomo ha ammesso le proprie responsabilità e riscotruito con gli agenti la dinamica dell’omicidio. Il movente pare sia quello di un tradimento della moglie che ha scatenato in Giancarlo Giannini un tale raptus di follia omicida. La donna lascia due bambini di 4 e 6 anni, ignari della vicenda, ma soprattutto rimasti illesi: quando i carabinieri li hanno prelevati dall’abitazione per affidarli temporaneamente alle cure di uno zio della vittima, i piccoli hanno chiesto agli agenti: “dov’è la mamma?”.

R. A.