Barbato alla Camera: Onorevoli colleghi, avete rotto i coglioni

La materia è di quelle incandescenti – la spending review – e destinata, per sua natura, a infiammare gli animi, soprattutto se si tratta di quello di un pasionario come Francesco Barbato. Intervenuto oggi alla Camera, il dipietrista si è lasciato andare a una filippica contro i “parrucconi” e contro la politica impegnata a “piazzare” i soliti vecchi nei posti di comando. “Ma quando toccherà ai giovani?”, ha lamentato il deputato dell’Idv, che ha chiuso il suo intervento con un irriverente: “avete rotto i coglionidestinato alla maggioranza parlamentare. Tanto quanto basta a far sbottare il presidente Gianfranco Fini, che ha intimato a Barbato di uscire immediatamente dall’Aula.

Parrucconi incontentabili – “Ieri lo abbiamo sentito: l’Italia è un paese di vecchi“. L’esordio del discorso scandito oggi da Francesco Barbato alla Camera ha preso l’avvio dalla considerazione consegnata ieri dal ct della Nazionale, Cesare Prandelli, al Quirinale. “Qui funziona così purtroppo – ha notato l’esponente dell’Idv – appena vai in pensione, anziché mettere in moto la catena che dà spazio ai giovani anche nella pubblica amministrazione, invece ci sono questi parrucconi che continuano a occupare tutti i posti”. “Non solo tu devi avere la tua bella pensione d’oro – ha rincarato il dipietrista – ma la pubblica amministrazione ti dà anche un secondo piatto, un altro emolumento molto significativo”. 

Giovani fuori dal giro – “Io vorrei sapere: i giovani italiani, i professionisti, i laureati, i diplomati, quando entreranno nella pubblica amministrazione? – ha domandato Barbato in Aula – Quando verranno pagati per il loro lavoro e percepiranno denaro pubblico? O questi soldi devono finire sempre nel magna magna di questa palude?”. “Bisogna smetterla con questi incarichi commissariali a soggetti che sono in quiescenza – ha rimarcato l’esponente dell’Idv – Lasciassero spazio agli altri,  facessero lavorare gli altri. I giovani italiani chiedono questo alla politica e sono stufi di questo modo di andare avanti”.

Un finale scoppiettante – “Abbiamo visto come il Pd e il Pdl votano – ha alzato il tiro sul finale Barbato – come vogliono tenere in vita questa palude. Anzi, voglio dire una cosa, a nome di tutti i giovani italiani, a questa maggioranza: avete rotto i coglioni“. Un finale che ha insolentito il presidente della Camera, Gianfranco Fini: “Onorevole Barbato, lei non può usare un linguaggio da trivio in quest’Aula – lo ha ripreso – La prego di uscire dall’Aula”. 

Maria Saporito