Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Costa Concordia: la scatola nera non funzionava da quattro giorni

CONDIVIDI

Secondo i periti, la scatola nera della Costa Concordia non funzionava dal 9 gennaio, esattamente quattro giorni prima del naufragio, a causa di un’avaria, e la sua riparazione sarebbe stata programmata per il 14 gennaio, quando cioè la nave sarebbe giunta al porto di Savona. Quindi praticamente tutta la fase di abbandono della nave in quella tragica notte, che ha visto la morte di 32 persone, non è stata documentata dal computer di bordo.

Inoltre alcuni sistemi di controllo della nave sarebbero stati fuori uso, circostanza che ha causato la navigazione con le porte stagne aperte e con mappe non approvate, contravvenendo al codice navale che impedisce alle imbarcazioni di mettersi in mare in tali condizioni. Queste mancanze renderebbero incompleta la documentazione da esaminare per stabilire le dinamiche e le responsabilità relative a quanto avvenuto in quella tragica notte.

La relazione al riguardo, fatta dai periti nominati dal giudice di Grosseto, sarebbe stata verbalizzata il 4 aprile scorso, sottolineando che per risalire ai fatti avrebbero dovuto basarsi solo su quanto evidenziato dal computer di servizio e dalle testimonianze raccolte tra i passeggeri a bordo e gli indagati. Secondo quanto evidenziato nello scambio di email tra Schettino e il responsabile del settore tecnico della Costa Crociere, la compagnia sarebbe stata a conoscenza della situazione nella quale si trovava la nave. La magistratura ora valuterà quanto queste mancanze possano aver pesato nel naufragio.

Marta Lock