Bayern Monaco, Breno condannato a 3 anni e 9 mesi di galera

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:36

Era un obiettivo della Lazio da qualche mese, ma ora Breno dovrà dapprima pensare alla sua condizione che alla squadra dove giocare. Il difensore brasiliano, di proprietà del Bayern Monaco, era lontano dai campi di calcio da tempo, ma ora dovrà arrendersi alla legge, la dura legge tedesca, che lo condurrà in galera per 3 anni e 9 mesi. Un periodo importante e che non passa da un momento all’altro, ma per il giocatore, stavolta, niente riporta a uno scandalo legato alle scommesse o altri aspetti legati al calcio. Breno, infatti, è stato accusato di aver appiccato l’incendio che ha bruciato la propria abitazione in Baviera.

L’incendio, con l’aggravante del dolo, sarebbe costato al giocatore brasiliano 5 anni e mezzo di reclusione: questa la richiesta in un primo momento dell’accusa, ma la difesa è riuscita in qualche modo a ottenere una riduzione della pena. L’inasprirsi e l’aggravante è sorto proprio nell’aspetto volontario dell’incendio, che se fosse stato colposo non avrebbe creato troppi problemi. Il 22enne difensore, ora, dovrà prendersi le proprie responsabilità e decidere cosa fare del proprio futuro: se la condanna dovesse essere confermata non ci sarebbe possibilità di scampo e i 3 anni di galera, salvo sconti della pena in itinere, chiuderebbero definitivamente la carriera del giocatore.

Mario Petillo