Home Anticipazioni

Monti-Merkel: intesa rafforzata

CONDIVIDI

La suggestiva cornice di Villa Madama sembra aver fatto da sfondo alla rinforzata intesa tra Italia e Germania. A conclusione dei vertici svoltisi nel pomeriggio di ieri, il presidente del Consiglio, Mario Monti, e la cancelliera tedesca, Angela Merkel, hanno dato il via a una conferenza stampa segnata dai reciproci complimenti e dai comuni buoni propositi. Una “sintonia”, quella tra il Professore e la cancelliera, orientata a disegnare nuovi scenari di collaborazione, lasciandosi alle spalle diffidenze e reticenze antiche.

Collaborazione proficua – “Credo che la cancelliera Merkel ed io lavoriamo molto bene insieme perché crediamo tutti e due in una Soziale Marktwirtschaft (economia di mercato sociale, ndr) altamente competitiva”. Il primo a prendere la parola è stato il padrone di casa, Mario Monti, che ha voluto da subito celebrare – al cospetto della stampa – l’intesa con la collega tedesca. “La sua è molto più competitiva della nostra – ha ammesso il Professore – ma spero che noi accorceremo le distanze per poter spingere insieme l’Europa in avanti”.

Nessun aiuto dall’Ue – “Voglio confermare la determinazione con cui il governo italiano intende proseguire sulla strada del contenimento di bilancio e delle riforme strutturali”, ha poi aggiunto il premier italiano, che non ha dimenticato di evidenziare l’importanza di investire anche sulla crescita“L’Italia non ha e non avrà bisogno di ricorrere agli aiuti della Ue – ha quindi orgogliosamente rimarcato – Grazie al sostegno degli italiani e del Parlamento non si trova nelle condizioni in cui si trovavano la Grecia, l’Irlanda e il Portogallo”.

Stop agli sprechi – Una puntualizzazione che non ha, però, impedito al presidente del Consiglio di soffermarsi sulle cose che ancora bisogna fare: “E’ venuto il momento di agire in modo più strutturalmente convincente sul settore pubblicoha spiegato – che non vuol dire riduzione tranchant, ma una riduzione della spesa dopo aver fatto un’analisi molto precisa dei settori dove ci sono sprechi“. Un riferimento esplicito al provvedimento della spending review che ha già incrociato le resistenze dei sindacati e sucitato tiepide reazioni tra i partiti.

Interessi comuni – Quanto alla Merkel, anche la granitica cancelliera ha voluto porre l’accento sull’importanza della collaborazione: “Se i nostri vicini in Europa non stanno bene – ha osservato – neanche noi possiamo stare bene: è nel nostro interesse che tutti gli altri paesi abbiano un positivo sviluppo economico altrimenti la Germania non potrà mantenere la sua prosperità”.

Uniti contro le difficoltà – “Ci saranno altre decisioni – ha annunciato la cancelliera – dobbiamo affermarci sui mercati e scambiarci le nostre esperienze per garantire il lavoro ai giovani, per migliorare le infrastrutture e sostenere le piccole e medie imprese. In un tempo veramente non facile, abbiamo la forza di volontà di superare le difficoltà insieme”. Di più: “Italia e Germania sono decise ad affrontare insieme le difficoltà attuali – ha insistito la Merkel – e c’è la volontà di collaborare molto bene con il presidente del Consiglio e il suo governo”.

In sintonia con Monti“Nessun paese vive nel vuoto, ma in un mondo globalizzato. Italia e Germania devono imparare l’uno dall’altro”, ha concluso la cancelliera, che ha precisato: “Fino ad ora, sono sempre riuscita a trovare intese con Monti, laddove è stato necessario”.

Maria Saporito

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram