Quinta Colonna-Il lato oscuro degli Europei 2012:prostitute, bambini di strada e stermini di randagi

Europei 2012, lato oscuro– E’ stata l’Ucraina ad ospitare quest’anno gli Europei, tra gli eventi calcistici più attesi subito dopo i Mondiali. Per Quinta Colonna Cristina Stanescu è l’inviata pronta a testimoniare le due facce dell’Ucraina agli Euro 2012: le vie del centro risplendono infatti dei 3 miliardi di euro spesi per tirare a lucido strade e cattedrali di Kiev, ma andando oltre le apparenze è possibile osservare con i propri occhi l’altro rovescio della medaglia… Appena dietro le cartine della città è tutto un sovrapporsi di annunci a luci rosse, alla portata di chiunque, bambini compresi, si trovi a doversi orientare nella grande città; è proprio contro la prostituzione che delle femministe a petto nudo protestano in pieno centro, le stesse immortalate da Quinta Colonna e portate via in malo modo dalla polizia.

Croazia– Ma l’Ucraina è anche tant’altro: è lo sterminio di randagi, di cui si sono fatte carico le autorità di Kiev, per ripulire la città in occasione degli Euro 2012, ma è soprattutto la realtà dei 30mila bambini di strada, abbandonati da famiglia e Stato. Quinta Colonna ha approfondito questa triste realtà visitando uno dei piccoli centri di accoglienza nati alla periferia della capitale ucraina: lì ad occuparsi dei bambini e a “rieducarli alla comunità” è l’amore e la pazienza di due donne americane, che hanno deciso di togliere dalla strada proprio quei bambini che nessuno vuole, quegli stessi bambini che contro freddo e angoscia sniffano colla tutto il giorno… Il dubbio che rimane dopo le immagini mostrate da Quinta Colonna è forte: è dunque giusto che gli Europei vengano ospitati in un Paese che non rispetta i diritti civili? Per Del Debbio, ospite del programma, gli Europei sono comunque stati un modo per accendere i riflettori su un Paese e far luce intorno…

R. C.