Videla: 50 anni di carcere per aver rapito i bambini ai desaparecidos

Furto di bambini – 50 anni di carcere per Rafael Videla e 15 anni per Reynaldo Bignone. I due ex dittatori argentini sono stati oggi condannati alla reclusione con l’accusa di furto dei figli di detenuti “desaparecidos” durante l’ultima dittatura militare nel paese sudamericano, durata dal 1976 al 1983.

Le dittature militari – La causa giudiziaria ha condannato anche altri tre responsabili della dittatura militare argentina, con 20 e 40 anni di carcere. I risultati del processo agli ex dittatori è stato applaudito fragorosamente dai figli dei “desaperecidos” che hanno recuperato la loro identità. Grande soddisfazione anche per i rappresentanti delle associazioni “Madri e le Nonne della Plaza de Mayo”, costituite per difendere i diritti umani e proteggere i detenuti, le famiglie dei condannati e i militanti.

Le condanne – Rafael Videla è stato capo della prima giunta militare che prese il potere a Buenos Aores dopo il golpe del 24 marzo 1976. L’ex dittatore ha sottratto almeno 20 bambini ai  genitori “desaparecidos” consegnandoli ad altre persone che gli hanno dato una nuova vita con una nuova identità. Videla è stato condannato a 50 anni mentre Buignone, che è stato l’ultimo presidente della dittatura da metà del 1982 fino al dicembre del 1983, è stato condannato a soli 15 anni ed è stato condannato colpevole di furto di 15 bambini.

Michela Santini