L’Fbi blocca la rete da domani mattina

Addio a internet – La mattina di questo lunedì, 9 luglio, circa 300 mila computer dovranno dire addio a internet per un’azione dell’Fbi che fa riferimento al tribunale di New York. A causa di un temutissimo virus capace che infettare ogni tipologia di computer, anche gli Apple, il collegamento web verrà interrotto. Solo 45 mila sarebbero i computer a rischio negli Usa, mentre in Europa e in Asia saranno molti di più i pc colpiti dal blackout.

Il virus – Si tratta di un malware, chiamato DnsChangers, realizzato da pirati del web e capace di cambiare l’indirizzo Dns. In questo modo il computer colpito naviga su un Internet parallelo realizzato dagli hacker dove tutto quello che si vede è illusorio.  L’Fbi ha reagito creando una serie di server alternativi che impediscono ai pc colpiti di accedere a questo nuovo mondo online. Tali servwer però verranno disattivati il 9 luglio per cui da quel momento in poi i computer non saranno più protetti e l’infezione del malware provocherà l’oscuramento totale della connessione internet.

Come sapere se sei infetto – Si può capire se si è infetti o no: basta andare sul sito www.dcwg.org (Teleton gestisce la pagina italiana) per scoprire il proprio pc è stato o no colpito dal virus. Se il sito si illumina di verde vuol dire che il computer è pulito, se invece non si illumina il pc è stato compromesso dal virus. Gli esperti affermano che sulla rete sono a disposizione software capaci di ripulire il pc infetto ma ancora non c’è un’informazione precisa a riguardo né si sa con precisione quanti e quali pc saranno colpiti.

Michela Santini