Francia: si è arreso il sequestratore di Vitry-sur-Seine

Francia, sequestratore asilo – Un uomo di circa 30 anni si è introdotto armato questa mattina alle 7.30 in una scuola di Vitry-sur-Seine, vicino Parigi. Subito si è scatenato il panico tra i ragazzi ed i genitori che accompagnavano i figli a scuola, in un plesso che comprende scuola elementare ed asilo nido. Non appena il sequestro ha avuto inizio, un genitore si è subito scagliato contro l’aggressore, facendo in modo che i bambini uscissero in fretta dalla scuola e si mettessero in salvo. Lui stesso invece è rimasto ostaggio dell’uomo per alcune ore ed è poi stato rilasciato senza problemi e senza riportare ferite.

Le ragioni – Non si conoscono ancora le ragioni di un gesto così insano, ma pare secondo alcune fotni che l’uomo fosse disperato per la sua situazione familiare e per il fatto che non può più vedere suo figlio. Il prefetto di Val-de-Marne fa sapere che gli edifici e le case intorno al luogo della vicenda sono stati completamente evacuati; gli fanno eco fonti di polizia che precisano che durante le trattative il sequestratore aveva formulato richieste incoerenti ed aveva espresso il desiderio di morire. Alla fine l’uomo è stato catturato senza essere ferito da un’incursione degli agenti speciali. Già nei mesi scorsi però si erano verificati episodi analoghi in Francia, in particolare a Tolosa: a marzo era accaduto un sequestro in una scuola ebraica, mentre poche settimane fa erano stati presi in ostaggio quattro impiegati di banca, sempre a Tolosa.

Rosario Amico