Quinta Colonna- Ilaria Cavo, le parole di Schettino e le lacrime per Daiana

Quinta Colonna, Costa Concordia– Il naufragio della Costa Concordia è il nocciolo della seconda puntata di Quinta Colonna, che esamina il caso, già discusso in tutte le salse possibili, alla luce però dell’esclusiva intervista a Francesco Schettino. Il comandante ha rilasciato una lunga intervista alla giornalista di Videonews Ilaria Cavo, in seguito alla revoca degli arresti domiciliari e della pubblicazione del suo memoriale ad opera proprio di Quinta Colonna. In studio la giornalista racconta di aver conquistato l’esclusiva di questa intervista grazie al rapporto di fiducia che in questi mesi, proprio per la vicinanza al caso, è riuscita ad instaurare con la famiglia di Schettino: tra la massa di giornalisti affamati di notizie, la famiglia Schettino sembra aver apprezzato in particolare la discrezione di Ilaria Cavo e il suo non pregiudizio totale sul comandante, avendo sempre cercato di far luce sulle posizioni sia pro che contro di lui.

Intervista– Perché Francesco Schettino decide di parlare proprio ora, dopo 6 mesi dal fatidico incidente? A rispondere è Ilaria Cavo: secondo la giornalista, il comandante parla per dare una risposta al pubblico nella sua personale versione, in modo che le persone non si affidino e fraintendano le mezze battute rubate per strada. La Cavo definisce Schettino un fiume in piena, con l’incontenibile esigenza di parlare, finchè non viene toccato un argomento: è sulla morte della piccola Daiana, una delle 30 vittime del naufragio della Costa Concordia, che il comandante non riesce a continuare l’intervista e senza alcuna vergogna si commuove di fronte alla telecamera…

R. C.