Calcioscommesse, Siena: oggi tocca a Mezzaroma. Coppola smentisce Carobbio

Calcioscommesse. Da oggi in via Po, sede della Figc, partirà un’intensa tre giorni di interrogatori, che fa già tremare il calcio italiano. Tra oggi e sabato infatti dovranno presentarsi davanti agli 007 federali il presidente del Siena Mezzaroma, e l’attuale allenatore della Juventus Antonio Conte, che ha guidato la formazione toscana nella stagione 2010/2011. Al patron ed all’ex-tecnico della formazione bianconera verranno chieste delle delucidazioni su alcune partite del Siena disputate in B due stagioni fa, e finite sotto la lente d’ingrandimento degli investigatori della Figc dopo le deposizioni rilasciate da Carobbio. Deposizioni ritenute attendibili dagli 007 della procura federale.

Turati inguaia Camilli e il Grosseto – Deposizioni che invece non troverebbero conferma in quelle rilasciate da Coppola, l’ex-portiere del Siena chiamato in causa da Carobbio nell’episodio di Siena-Varese, quello in cui Mezzaroma gli avrebbe chiesto tramite terzi di perdere la partita, visto che aveva scommesso del denaro sulla sconfitta della propria squadra. Gli investigatori di Palazzi ieri hanno sentito inoltre il presidente del Pescara Sebastiani, interrogato forse sulla presunta combine di Pescara-Albinoleffe del febbraio 2011, e Turati, che avrebbe confermato le accuse mosse al patron del Grosseto Camilli su Salernitana-Grosseto, la gara di B giocata e forse truccata nell’aprile 2010.

Simone Lo Iacono