Gandhi e le lettere a Hermann Kallenbach: spunta il suo amore gay?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:59

All’asta le lettere di Gandhi – È saltata l’asta da Sotheby’s che metteva in vendita la corrispondenza di Gandhi: uno scambio epistolare segreto che racconta l’intima conoscenza tra due uomini, Mahatma Gandhi, il predicatore indiano della non violenza, e l’architetto Hermann Kallenbach, ebreo di origine tedesca. L’archivio in cui erano state collezionate e conservate le oltre mille lettere scritte tra il 1905 e il 1945, ora è in possesso dell’Archivio nazionale indiano, che ha acquistato l’intero archivio della corrispondenza di Gandhi con Kallenbach per 1,3 milioni di dollari, all’incirca 900 mila euro.

La presunta bisessualità di Gandhi – L’anno scorso il giornalista premio Pulitzer Joseph Lelyveld aveva pubblicato il libro biografico sul Mahatma Gandhi Great Soul: Mahatma Gandhi and His Struggle With India, ventilando l’ipotesi che l’eroe dell’indipendenza indiana fosse bisessuale e avesse una relazione gay con Hermann Kallenbach, ebreo di origini tedesche, architetto e culturista conosciuto in Sud Africa. Il libro in questione era stata ed è ancora bandito in India. La mossa del governo indiano di acquistare l’intero archivio della corrispondenza, evitando così l’asta che si sarebbe dovuta tenere lo scorso 10 luglio, ha aumentato il dubbio, già insinuato, di una possibile bisessualità del Mahatma, che, ricordiamo, era sposato con Kasturba.

I custodi dei segreti di Gandhi – Con l’acquisizione da parte dell’India, il segreto di Gandhi è destinato a rimanere un tesoro della sua patria; chissà che l’India non decida di far sparire definitivamente le lettere dello scandalo, anche perché non sarebbe la prima volta che il governo indiano si prodiga per proteggere particolari considerati ‘imbarazzanti’ riguardo la vita di Mohandas Karamchand Gandhi.

Maria Rosa Tamborrino

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!