Home Notizie di Calcio e Calciatori

Calcioscommesse: la situazione di Conte resta in bilico

CONDIVIDI


Calcioscommesse – È finita con un pareggio la giornata di ieri di Antonio Conte, convocato negli uffici del procuratore federale Palazzi per rispondere alle accuse di Filippo Carobbio, calciatore ai suoi ordini ai tempi del Siena. Il mister bianconero è riuscito a smontare le accuse che lo riguardavano per la gara Novara-Siena terminata in parità, ma non per l’altra partita in cui è stato chiamato in causa: Albinoleffe-Siena, finita 1-0 a favore dei bergamaschi. Le argomentazioni di Conte hanno convinto la procura federale riguardo la gara con il Novara, argomentazioni supportate da tutto il Siena, che sconfessa le accuse di Carobbio anche con Sestu e Larrondo.

La grana Albinoleffe – Ora si riparte da Albinoleffe-Siena, che diventa la chiave di volta del destino dell’allenatore della Juventus. In questo caso, le accuse di Carobbio sono confermate da quelle di Poloni e Passoni, il primo vice-allenatore e il secondo calciatore dell’Albinoleffe all’epoca dei fatti. Entrambi, infatti, parlano di un incontro con Carobbio a Stezzano, incontro avuto su richiesta del vice di Conte, Stellini. Ora, il tecnico leccese dovrà dimostrare che il suo vice ha agito da solo e a sua insaputa. E ciò pare difficile, visto che sono stretti collaboratori. Insomma, la situazione di Conte resta in bilico e il rischio è sempre lo stesso, quello di incappare in una squalifica per omessa denuncia o, peggio ancora, per illecito.

Miro Santoro

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram