Spagna, Indignados manifestano: scontri con la polizia

Gli indignados in piazza contro le misure di austerità – Il centro di Madrid è stato letteralmente invaso dalla protesta degli Indignados che si sono radunati in migliaia per protestare contro le nuove misure di austerità contenute della manovra da 65 miliardi appena varata dal governo. Gli indignados si erano dati appuntamento a Madrid tramite social network e la protesta è degenerata in scontri con la polizia: alcune persone sono rimaste ferite e altre, almeno 6, sono state trattenute dagli agenti.

Dimettiti, dimettiti! – Gli attivisti radunati davanti al quartier generale del Partido popular (Pp) del capo del governo Mariano Rajoy hanno manifestato contro il Partito socialista (Psoe) colpevole di non riuscire a contenere e a mettere in salvo gli spagnoli dalla crisi puntando su misure che altro non fanno che aggravare la condizione di coloro che si trovano in condizioni di debolezza. indignati appunto i manifestanti hanno chiesto le dimissioni del governo con cori e slogan diversi: “dimettiti, dimettiti!” o “si stanno riempiendo le tasche”. Oppure “la chiamano democrazia e non lo è”.

Cariche, lacrimogeni, colpi a salve e qualche feritoLa polizia in assetto antisommossa ha bloccato il corteo prima che questo potesse raggiungere il Palazzo del Congresso: sono partite le cariche, colpi a salve, lancio dei lacrimogeni che hanno fatto qualche ferito e indirizzato i manifestanti verso Puerta del Sol dove sono rimasti fino a tarda notte. In programma anche uno sciopero nazionale dei dipendenti pubblici per manifestare contro le misure di austerity intraprese dal governo.

Irene Fini