‘Ndrangheta: arrestato pericoloso latitante

E’ stato arrestato ieri sera Domenico Polimeni, 69 anni, inserito nella lista dei latitanti più pericolosi e ricercato dal 1998. L’uomo, ritenuto essere un elemento di spicco del clan Polimeni-Mazzagatti, attivo a Oppido Mamertina, in provincia di Reggio Calabria, era stato condannato per omicidio e associazione mafiosa.

Le indagini per rintracciare il pericolo latitante erano in corso già da molto tempo, sotto il coordinamento del procuratore aggiunto della Dda di Reggio Calabria, e i carabinieri sorvegliavano le mosse di tutti i componenti della famiglia di Polimeni. Ieri sera una delle due figlie del ricercato ha lasciato Oppido per dirigersi verso Paola, e i militari l’hanno seguita. Arrivata nel paese è entrata in un appartamento, nel quale, poco dopo, i carabinieri, dopo essersi accertati della presenza del latitante al suo interno, hanno fatto irruzione sorprendendo Polimeni con la moglie e l’altra figlia.

Nell’appartamento i carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale di Reggio Calabria insieme a quelli della compagnia di Sellia Marina, hanno trovato anche due pistole non regolarmente denunciate. Polimeni ha aggiunto quindi alla sua condanna anche l’accusa di detenzione illegale di armi, come anche sua moglie, mentre le due figlie sono state denunciate per procurata inosservanza del provvedimento di cattura del pericoloso latitante.

Marta Lock