Hillary Clinton contestata in Egitto: Monica, Monica!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:27

Non è stata un’accoglienza che si è soliti definire “con i fiocchi” quella che è toccata ad Hillary Clinton recatasi ad Alessandria d’Egitto. Al grido di “Monica, Monica!”, un gruppo di contestatori ha voluto manifestare contro la politica americana ricordando appunto lo scandalo sessuale di qualche anno che coinvolse l’allora Presidente americano Bill Clinton, marito dell’attuale Segretaria di Stato, e la stagista della Casa Bianca Monica Lewinsky.

I manifestanti egiziani non hanno concluso così le loro proteste nei confronti di Hillary Clinton: hanno preso di mira il suo corteo di auto lanciando scarpe, come già era accaduto al presidente G. W Bush in Iraq, e un pomodoro che ha colpito in pieno il parabrezza di una delle macchine. La Clinton era stata già contestata anche al suo arrivo a Il Cairo quando era stata accusata da attivisti di ingerenza negli affari interni e di aver sostenuto i Fratelli Musulmani.

Il segretario di stato americano dopo due giorni passati in Egitto è arrivata in Israele dove dovrà incontrare il premier Benjamin Netanyahu, il presidente Shimon Peres, il ministro degli Esteri Avigdor Lieberman e il ministro della Difesa Ehud Barak: un incontro che avrà come nodo cruciale quello che riguarda il programma nucleare iraniano e l’impasse nei negoziati con i palestinesi. Il capo della diplomazia americana ha appuntamento anche con il premier palestinese Salam Fayyad, ha indicato un responsabile del Dipartimento di Stato, dopo avere incontrato a Parigi all’inizio del mese il presidente palestinese Abu Mazen a Parigi.

Irene Fini

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!