Juventus, Conte: Bentornato Zeman, ma le risposte si danno sul campo


Juventus – Le frecciatine dei giorni scorsi di Zeman alla Juventus non hanno lasciato indifferente uno juventino doc come mister Antonio Conte. Alla domanda di un giornalista riguardo le stilettate del boemo, il tecnico bianconero ha risposto dando il bentornato al nuovo allenatore della Roma in Serie A, ma aggiungendo qualcosa di più pepato: “Diamo il bentornato al mister. Noi però le risposte le diamo sul campo a prescindere”. Parole forse non scelte a caso quelle di Conte: si nota, infatti, una continuità con la linea sposata dalla società Juventus da qualche tempo, che parla di vittorie conquistate appunto “sul campo”.

Top player – Marotta e Paratici sono alla costante ricerca del top player da regalare a Conte che, a riguardo, sembra avere le idee ben chiare: “Dobbiamo cercare di prendere un grandissimo giocatore non a livello economico ma a livello calcistico. Esempio: Vidal è stata un’operazione low cost rispetto a quello che ha dato in campo. Spero che arrivi un giocatore di questo tipo. Pagare 40 milioni non significa avere un giocatore che rende per quanto l’hai pagato. In Italia è un periodo economicamente difficile, molto molto rigido. Dobbiamo fare attenzione. Quando non c’è tanta disponibilità economica le idee fanno la differenza”.

Calcioscommesse – Non si poteva non affrontare l’argomento calcioscommesse. Ecco le parole di Conte: “Anche nei momenti più bui, ho avuto fiducia in chi conduce le indagini. L’altro giorno, in Procura, ho potuto esporre e chiarire punto per punto, raccontando una verità assolutamente credibile. La coscienza mi fa stare molto molto sereno. Il patteggiamento? Sono cose che non devono riguardarmi. Io sono tranquillo e vorrei parlare di calcio, che è la cosa più bella, quella che mi interessa di più. Non chiudo però il discorso, perché nei prossimi giorni ci potrà anche essere la possibilità di tornare sull’argomento”.

Miro Santoro