Addio Jon Lord: muore il grande dei Deep Purple

Scompare Jon Lord – E’ morto oggi il leggendario tassierista e co-fondatore dei Deep Purple Jon Lord. Era nato a Leicester (Gb) il 9 giugno 1941, è morto all’età di 71 anni. La causa del decesso è stata un’embolia polmonare sopraggiunta dopo una lunga battaglia contro il cancro al pancreas, contro cui Jon lottava da agosto 2011. L’artista si è spento in un ospedale di Londra. Dopo il comunicato stampa ufficiale diffuso dalla famiglia, tra i primi a rendere pubblica la notizia c’è stato il sito dedicato al leggendario musicista rock che annuncia l’evento ”con enorme tristezza”.

La perla del rock – Jon Lord è considerato la “perla” di una delle pietre miliare del rock mondiale. Ha firmato molte della canzoni più ascoltate dei Deep Purple, tra le quali l’indimenticabile “Smoke On The Water”, il pezzo più famoso della band. Ha suonato per la prima volta alla Royal Albert Hall con i Deep Purple nel 1969 con lo splendido ”Concerto For Group & Orchestra”, ripetuto nel 1999 ( sempre con i Deep Purple e sempre alla Royal Albert Hall)  con la London Symphony Orchestra. Fu grande innovatore innovatore dell’organo Hammond, riuscendo a cogliere e ad utilizzare le potenzialità rock dello strumento.  Jon ha avuto una lunga carriera collaborando anche con altri gruppi e musicisti, soprattutto dopo la decisione di lasciare i Deep Purple nel 2002. Il suo ultimo album è stato inciso nel settembre del 2007, sotto il marchio Hoochie Coochie Men, insieme a Bob Daisley.

Michela Santini