Quinta Colonna- Vittorio Sgarbi contrario alle dimissioni di Nicole Minetti

Quinta Colonna, Nicole Minetti- “Nicole Minetti deve o non deve dimettersi?” è il giallo con cui si apre la terza puntata di Quinta Colonna. La bella consigliera del Pdl è stata in questi giorni additata come “inadatta” alla carica che ricopre al Consiglio regionale della Lombardia e a farlo è stata l’onorevole Daniela Santanchè. Dopo la richiesta del segretario del Pdl, Angelino Alfano, quasi scontate erano le dimissioni della bella Nicole eppure quest’ultima non ha rinunciato a presenziare al Pirellone per la seduta del Consiglio; tanto il trambusto creato dai giornalisti, troppi i riflettori puntati su di lei, al punto da costar caro alla caviglia del consigliere di Lega Nord, Roberto Pedretti, travolto dalla folla di inseguitori della Minetti.

Studio– Intanto nello studio di Quinta Colonna si accende il dibattito circa il caso Minetti: Vittorio Sgarbi si dichiara contrario alle dimissioni della politica, in quanto secondo lui “nessun consigliere regionale può essere considerato adatto alla politica, non essendo stato direttamente eletto”; per il critico d’arte è necessario che la richiesta di dimissioni sia avanzata dalla diretta interessata in maniera spontanea e che le dimissioni interessino soltanto il suo partito, il Pdl, e non il Consiglio regionale. La vera perla di saggezza arriva però da Paolo Del Debbio, ospite fisso del programma: “Alcuni dirigenti del Consiglio, che parlano di politica economica e sociale in tv, fanno anche peggio della Minetti…”– dichiara ironicamente il giornalista.

Rosaria Cucinella