Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Continuano le vittime di Fukushima: si stimano 1.300 morti e 2.500 malati di cancro

CONDIVIDI

Seconda tragedia nucleare – Quello di Fukushima è il secondo disastro nucleare mondiale per vittime ed effetti sulla salute. A dirlo sono Mark Jacobson e John Ten Hoeve, ricercatori dell’ Università di Stanford, che hanno pubblicato uno studio in base al quale l’incidente alla centrale di Daiichi sarebbe inferiore solo a quello avvenuto nel 1986 a Chernobyl. La ricerca prende in considerazione lo spostamento dei materiali radioattivi e una probabile esposizione delle tossine anche al di fuori del Giappone. Le vie di contaminazione sono quella per vie aeree di polveri contaminate, quella per ingestione di cibo o bevande contenenti residui radioattivi.

Le vittime previste – Se a Chernobyl le vittime iniziali sono state solamente 65, nell’arco temporaneo di 80 anni sono aumentate a oltre 4.000 moti a causa del disastro nucleare. Per Fukushima gli studiosi prevedono fino a 1.300 morti a causa dell’ esposizione alle radiazioni. Senza contare i casi di cancro che derivano dal disastro della centrale che potrebbero arrivare fino a 2.500 casi. E la conferma la abbiamo già oggi con i numerosi casi di tumore alla tiroide diagnosticati alle bambine di Fukushima. Al bilancio vanno aggiunti oltre 600 persone morte durante le manovre di evacuazione dell’area. Un’importante nota degli studiosi è la preoccupazione rivolta al nucleare statunitense, nello specifico alla centrale di Diablo Canyon in California che, in caso di incidente, supererebbe di gran lunga le vittime di Fukushima e di Cernobyl

Michela Santini

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram