Genoa: Pm raggiungono ritiro, ed interrogano giocatori su aggressione ultrà

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:00

Genoa, interrogati giocatori. Degl’ospiti particolari hanno raggiunto i giocatori del Genoa, impegnati attualmente nel ritiro pre-campionato di Bormio. Il magistrato Biagio Mazzeo e tre poliziotti sono arrivati nella ridente cittadina valtellinese, ed hanno interrogato alcuni giocatori rossoblu. L’incontro si sarebbe reso necessario per accertare diversi fatti, che sarebbero andati in scena nell’inverno passato. Mazzeo avrebbe deciso di interrogare diversi giocatori del Genoa su quanto avvenne il 12 gennaio scorso, quando circa 40 ultrà avrebbero aggredito Dainelli, un ex-difensore rossoblu, passato poi al Chievo. Aggressione che Dainelli avrebbe inizialmente negato, e che poi ha confermato negli interrogatori effettuati per il calcioscommesse.

Tra gli interrogati Frey, Gilardino e Rossi – Nell’episodio prima smentito e poi confermato da Dainelli, gli ultrà avrebbero fatto irruzione negli spogliatoi del Genoa, ed avrebbero chiuso dentro uno stanzino 25 calciatori rossoblu, che sarebbero stati ricoperti di minacce ed offese. Alcuni di questi chiesero anche la cessione di Dainelli, che secondo loro era amico di alcuni giocatori della Samp. Cessione che poi avvenne, perché Dainelli venne venduto al Chievo. Mazzeo avrebbe interrogato perciò Frey, Rossi, Antonelli, Jankovic, Biondini, Jorquera, Bovo, Moretti e Gilardino, per comprendere cosa accadde. Interrogatori che sarebbero avvenuti nella caserma della Guardia di Finanza di Bormio.

Simone Lo Iacono

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!