Padova: falso agente di moda girava film hard

Padova, Jack Onion – Si faceva chiamare Jack Onion, una traduzione inglese un pò fantasiosa del suo vero nome Giacomo Cipollone. Un padovano si trova in grossi guai per aver adescato giovani modelle ed aver girato con loro filmini hard: pare poi che una delle sue vittime sia una minorenne. Spacciandosi per un vero agente di modelle, l’uomo millantava di aver fatto studi a Francoforte ed alla Bocconi vantando fantomatiche conoscenze nel mondo della moda, dello spettacolo e dell’editoria. In particolare, l’uomo avrebbe adescato due ragazze, una delle quali risultata minorenne all’epoca dei fatti. La prima segnalazione contro l’uomo risale al maggio del 2010, quando una delle due ragazze, abruzzese di 23 anni, decise di raccontare tutto ad un amico poliziotto: da lì si è scoperto in poco tempo che l’uomo aveva soggiogato anche una minore.

Arrestato – L’uomo, un 43enne nato a Milano ma residente ad Este, nel padovano, è stato arrestato con le accuse di  induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, produzione e commercio di materiale pornografico minorile e violenza sessuale su minore. Cipollone è stato fermato in un dormitorio di Bologna dove spesso risiedeva in Bed & Breakfast economici: il 43 enne avrebbe indotto le ragazze a girare con lui dei film hard, in cambio di una promessa di carriera nel mondo dello spettacolo. In alcuni dei filmini è protagonista anche lo stesso Cipollone, riconoscibile da un tatuaggio particolare: si stima che nel giro di due anni il finto agente di moda avrebbe guadagnato circa 60.000 euro con la propria attività illecita.

Rosario Amico