Calcioscommesse: Criscito e Palacio indagati per il derby di Genova

Calcioscommesse – Ennesimo capitolo che si apre nell’ambito dell’indagine riguardante il calcioscommesse. La Procura di Genova, sulla base degli atti inviati da quella di Cremona, ha inserito nel registro degli indagati quattro giocatori: Palacio, Criscito, Dainelli e Milanetto. Il tutto riguarda un derby Genoa-Sampdoria di due stagioni fa. Un match che potrebbe essere stato oggetto di combine, per la quale non sono esclusi altri indagati. Insieme ai suddetti giocatori genoani è stato indagato anche Massimo Leopizzi, capo ultrà della tifoseria rossoblu.

Preziosi – Nessun problema invece per Enrico Preziosi, che non risulta indagato. Alcuni media avevano scritto il contrario ed il presidente genoano ribatte piccato: “Non ho ricevuto alcun avviso di garanzia, pertanto non risulto indagato. Sono illazioni non suffragate da alcuna certezza. Giù le mani dal Genoa. Se gli inquirenti hanno necessità di sentirmi sono a disposizione, ho la coscienza pulita e sinora mai sono stato ascoltato, nemmeno per mettere a verbale le dichiarazioni. Forse sono un bersaglio facile, ma il tiro al piccione non lo accetto. Finché avrò io la gestione del club, è mio compito tutelare il nome del Genoa sotto ogni aspetto. Se in futuro si presenterà qualcuno con le giuste credenziali, non avrò problemi ad andarmene o, eventualmente, restare come azionista di minoranza per agevolare l’avviamento. Il Genoa rimane e resterà per sempre nel mio cuore“.

Alberto Ducci