Strage Denver: “Ci vorranno giorni per rimuovere l’esplosivo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:40

La strage di Aurora (Denver), alla prima di Batman, ha portato all’arresto di James Holmes, un 24enne che ha confessato alla polizia di avere la casa piena di trappole esplosive. I militari dopo aver verificato i fatti e isolato la zona hanno confermato la veridicità delle dichiarazioni di Holmes e hanno spiegato che “per rimuovere tutto l’espolosivo ci vorranno alcuni giorni”. E’ stato un assalto folle quello perpetrato dal giovane nei confronti della platea intenta ad assistere alla prima cinematografica di The Dark Knight Rises. Holmes ha lanciato un fumogeno tra la folla, e ha sparato con almeno due pistole. Aveva forse anche un fucile e una mitraglistrice.

Drammatico il bilancio delle vittime, almeno 12 morti (più basso rispetto agli iniziali 14) e 38 feriti, tra cui donne incinte e bambini. Inspiegabili le motivazioni che hanno portato il 24enne a compiere un simile sciagurato gesto. Forse la folle voglia di emulare il nemico dell’eroe. Batman infatti nel film combatte con il cattivo di turno, che indossa una maschera molto simile a quella utilizzata da Holmes questa notte per compiere l’efferata strage.  Holmes non è stato l’unico, se quella era la sua intenzione, ad aver imitato il cattivo di Batman. Esiste infatti almeno un precedente simile.

A.S.