Udine: uccide la cognata e poi si suicida

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:06

Visco, uccide cognata – Visco, provincia di Udine. Un uomo ha prima ucciso a colpi di pistola la sorella della moglie, quindi ha puntato l’arma contro se stesso ed ha fatto fuoco. Una tragedia familiare, svoltasi per finalità ancora da accertare ma che vedevano l’uomo detenere legalmente l’arma del delitto. La pistola era stata acquistata a Pordenone e poteva essere detenuta soltanto presso l’abitazione di lui, la casa dove l’assassino era da poco tornato a vivere dopo la separazione dalla moglie. L’uomo, Michele Bertoia di 33 anni, avrebbe mandato un sms alla cognata dicendole di averle trovato un lavoro, così si è recato questa mattina in casa di lei e dei genitori e mentre lei gli preparava un caffè le ha sparato a freddo un colpo in testa ed uno alla schiena.

Liti e suicidi – Compiuto l’efferato delitto l’uomo si è poi seduto su una sedia della cucina e si è ucciso sparandosi un colpo sotto il mento. Secondo le prime indagini pare che tra il killer e la vittima sia scoppiata una furiosa lite circa un anno fa. Tra i moventi al vaglio degli inquirenti anche una possibile attrazione non corrisposta che avrebbe fatto perdere all’uomo il lume della ragione. Il sindaco di Visco, Elena Cecotti, ha espresso il suo pensiero sulla vicenda: “Conosco la famiglia e immagino sia per loro un momento particolarmente difficile. Sull’accaduto per ora mi sembra doveroso tacere. Non ho ancora avuto modo di parlare con la famiglia e non credo potro’ farlo nell’immediato, perche’ sul posto sono all’opera gli investigatori per tutti gli accertamenti del caso. Certamente cerchero’ di mettermi in contatto quando anche la famiglia lo riterra’ opportuno. Immagino che per loro sia un momento particolarmente duro“.

Rosario Amico

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!