Londra 2012, portabandiera Svizzera: Federer rinuncia, tocca a Wawrinka

Londra 2012, portabandiera Svizzera – Nessuna vena polemica, solo un gesto da galantuomo: Roger Federer, già portabandiera della Svizzera a Pechino 2008 ed Atene 2004 ha deciso di farsi da parte. Nonostante la designazione del Comitato Olimpico Svizzero, il numero 1 del ranking Atp ha deciso di fare un passo indietro e dare la possibilità di portare il vessillo rossocrociato alla Cerimonia di Inaugurazione dei Giochi Olimpici di Londra. E onore ed onere toccheranno al compagno tennista Stanislas Wawrinka, medaglia d’oro nel doppio insieme a Federer in quel di Pechino. Roger Federer ha giustificato così la propria decisione: “Dopo due Olimpiadi è giusto che sia un altro a rappresentare il team svizzero. Anche la mia vittoria è un successo di gruppo, quindi è importante che l’attenzione ricada sulla compattezza e la forza della nostra nazione”.

Rifiuto eccellente anche in Italia – Maggiori polemiche, certamente, creò la dichiarazione di Federica Pellegrini che a chi gli domandava se le sarebbe piaciuto portare il tricolore italiano per la Cerimonia di Apertura delle Olimpiadi rispose: “E un impegno che non mi prenderei, anche perché le gare di nuoto cominciano il giorno dopo. E sarebbe troppo stancante per me partecipare ad un evento del genere”. Dichiarazioni che crearono stupore, scalpore e dissenso nel mondo dello sport ma anche della politica. Alla fine la scelta è ricaduta su Valentina Vezzali, regina mondiale della scherma. Le cui gare iniziano il giorno dopo.

Edoardo Cozza