Moody’s rivede al ribasso l’outlook di Germania, Olanda e Lussemburgo

Moody’s, Germania – La scure delle agenzie di rating sta divenendo un incubo per i governi di tutta Europa: quasi tutti i paesi dell’area Euro sono stati interessati da un più o meno repentino declassamento. Tutti, tranne la Germania. La notizia di oggi è che proprio Moody’s ha rivisto al ribasso le prospettive della Germania, giudicandole negative da stabili. Il motivo di tale “declassamento”, che ha riguardato anche l’outlook di Olanda e Lussemburgo è che Moody’s ritiene possibile l’esborso di ulteriori aiuti per i paesi dell’eurozona, in particolare per Italia e Spagna. Il ribasso ha riguardato i paesi AAA su cui maggiormente potrebbero pesare gli aiuti verso l’eurozona, sia per “necessità di ampliare l’European Stability Mechanism o sia la necessità di sviluppare forme di liquidità ad hoc“.

Germania esposta – L’eurozona vacilla, il rischio che la Grecia possa abbandonare l’euro è concreto, così come è possibile che Italia e Spagna possano ricorrere ad aiuti dall’esterno per salvare la propria posizione. Ecco perchè Moody’s ritiene a rischio anche la posizione tedesca, non più così solida se si dovessero verificare queste condizioni: “vulnerabilità del sistema bancario tedesco al rischio di un peggioramento della crisi del debito dell’area euro” sono i punti deboli che l’agenzia di rating ha evidenziato. Da Berlino giunge però la piccata risposta del ministero delle finanze che in una nota fa sapere che “la Germania continua ad esercitare il suo ruolo di ancora di stabilità della zona euro e si trova in una situazione economica e finanziaria solida“.

Rosario Amico