Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica Paola Goisis (Lega): “Se ci fossero solo gay ci estingueremmo”

Paola Goisis (Lega): “Se ci fossero solo gay ci estingueremmo”

Paola Goisis contro i gay – Ancora una volta personalità del mondo politico esprimono opinioni omofobe e discriminanti verso la comunità Lgbt. Mentre altri Paesi hanno dato pari diritti alle coppie omosessuali, con l’introduzione dei matrimoni e dell’adozione da parte di coppie formate da coniugi dello stesso sesso, l’Italia continua ad arretrare e, come i gamberi, a camminare all’indietro. Le ultime dichiarazioni rilasciate dalla parlamentare leghista Paola Goisis, parlano chiaro: La società è fatta da uomini e donne, la natura ha fatto uomini e donne. Se tutti i cittadini del mondo morissero e rimanessero solo gay finirebbe tutta l’umanità perché non ci sarebbe più ricambio generazionale”. Queste sono state le parole che la militante leghista ha rilasciato ai microfoni della trasmissione radiofonica ‘La Zanzara’.

L’Italia non è un Paese per gay – Sempre durante la stessa intervista radiofonica, la Goisis ha espresso anche il suo pensiero sulle unioni civili e sui matrimonio tra omosessuali, naturalmente non abbandonando il suo tono omofobico e di disprezzo: Il matrimonio gay se lo vogliono fare vadano nei Paesi dove si fa, da noi si deciderà con le elezioni. Io non sono d’accordo. Un matrimonio tra gay non è proponibile”. Insomma, in un Paese come l’Italia, che vede la ‘fuga dei cervelli’ , ovvero la partenza di grandi eccellenze italiane che non trovano un riscontro lavorativo qui nel nostro Belpaese, ora la Goisis propone anche un esodo degli omosessuali, costretti, secondo la militante leghista, a recarsi in altri luoghi solo per vedere concretizzarsi un diritto che è loro, come di tutti, dalla nascita.

Omosessuali nella Lega? – Paola Goisis si è anche espressa sull’eventuale presenza di omosessuali nel suo partito di appartenenza, ovvero la Lega, visto anche le dichiarazioni rilasciate da un suo compagno di partito, Borghezio, anche lui storico membro del Carroccio, che aveva sostenuto come i gay fossero benaccetti nel partito del Senatur. “Gay nella Lega? Non li conosco, ma è possibile che ci siano. I principi della Lega sono diversi, sono per la famiglia, quindi una persona deve trovare una sezione che lo accetti. E comunque chi si vuole iscrivere perché deve venire in sezione a dirmi che è omosessuale?”.

Maria Rosa Tamborrino