Napoli, rapinata la moglie di Cavani: “Edinson è molto scosso”

Napoli, Cavani – La criminalità colpisce per l’ennesima volta la compagna di un giocatore del Napoli. Dopo gli spiacevoli episodi relativi alla moglie di Hamsik e alla fidanzata di Lavezzi, ieri sera è toccato alla consorte di Edinson Cavani. Erano da poco passate le 20 quando Maria Soledad, che in quel momento si stava accingendo ad entrare nella sua auto, è stata avvicinata da uno scooter: a bordo c’erano due persone che le hanno strappato dal polso un Audemars Piguet del valore di circa 18 mila euro. Il tutto è accaduto in via Cinthia, nel quartiere di Fuorigrotta, vicino allo stadio San Paolo. La ragazza non ha subìto alcuna conseguenza fisica, ma è rimasta molto scossa e ha subito avvertito il marito che si trova a Londra per preparare le Olimpiadi con il suo Uruguay.

Il figlio non c’era – “Purtroppo non è il primo episodio del genere che accade a Napoli, già qualche tempo fa dei ladri avevano svaligiato la casa di Edinson“. A parlare è Claudio Anellucci, procuratore di Cavani. “Anch’io mi sono visto minacciare con una pistola – ricorda l’agente –, addirittura nel mio caso l’hanno puntata contro mia moglie incinta. Maria Soledad è ancora un po’ provata, ci vorrà del tempo ma passerà. Per fortuna il piccolo Bautista non era con lei“. I tifosi del Napoli sono preoccupati: c’è la possibilità che questo ennesimo episodio di violenza possa allontanare Cavani dalla città partenopea? “Edinson ha saputo dell’accaduto, ovviamente è molto scosso, ma dire che questo mette in bilico il rapporto con il Napoli è davvero eccessivo“, ha concluso Anellucci.

Pier Francesco Caracciolo