Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Stimato oncologo americano rifiuta la chemioterapia e guarisce la moglie

CONDIVIDI

Il caso di Winawer – Sidney Winawer è un famoso oncologo, direttore dell’importantissimo Laboratorio di Ricerca per il Cancro al Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di NewYork. Dopo aver praticato la chemioterapia ai suoi pazienti affetti da cancro per decenni, ha visto la moglie ammalarsi della stessa malattia e ha deciso di non sottoporla alla chemioterapia. Sidney Winawer ha assistito e seguito migliaia di casi e ha visto metà degli ammalati morire dopo la chemioterapia o radioterapia. Così ha deciso di affidare alla compagna alla somatostadina. Dopo tale cura la moglie è guarita.

La chemioterapia – Il ricercatore statunitense, come ha scritto nel suo libro “Dolce è la tua voce”, è fortemente contrario alla chemioterapia. Tale cura infatti riduce le masse tumorali, ma distrugge anche il midollo e le difese immunitarie dell’organismo del paziente, già affetto di insufficienza del sistema immunitario. Il malato così, dopo la cura, rimane predisposto a riammalarsi per il resto della sua vita. L’organismo, completamente indifeso, è molto probabile che verrà aggredito nuovamente dal cancro, spesso con maggiore violenza.

Una terapia alternativa – Secondo lo studioso la chemioterapia utilizza farmaci a base di veleni tossici. La documentazione farmaceutica testimonia che i farmaci chemioterapici potrebbero tranquillamente uccidere un cane con un piccolo aumento delle dosi, in una sola seduta. Considerando che il 90% dei malati di cancro non sopravvive per più di 10 anni e che la ricerca non ha fatto grandi passi a proposito, Winawer invece propone una cura del cancro, quella che ha salvato la moglie, basata sul potenziamento del sistema immunitario.

Michela Santini