Serbia: c’è la fiducia del Parlamento per il nuovo governo

Serbia, nuovo governo – Tempo di cambiamento in Serbia. Oggi il nuovo governo ha ottenuto la fiducia del Parlamento: Ivica Dadic, leader della nuova coalizione formata da conservatori-nazionalisti e socialisti ha ottenuto 142 voti a favore e 72 contrari. Ventisei i parlamentari assenti alla votazione. Dopo le elezioni legislative, presidenziali e municipali del 6 maggio scorso, il Parlamento ha espresso anche il proprio parere favorevole, ma solo dopo 10 ore di dibattito in aula e lunghissime consultazioni. Dadic ha già fatto sapere che il suo programma si concentrerà sulla maggiore integrazione della Serbia nell’UE e sulla delicata questione del Kosovo a cui dedicherà, dice, grande attenzione e dialogo.

Discorso convincente – Lo stesso Ivica Dadic in un discorso ai deputati ha provato a convincere i propri ascoltatori che con la sua elezione la Serbia non tornerà ad essere un paese con una politica di stampo nazionalista come fu quella condotta da Milosevic: “È stato versato abbastanza sangue nei Balcani“, ha dichiarato. “La Serbia sta offrendo la sua mano, guardiamo al futuro e non occupiamoci più del passato“. Con queste parole Dadic ha dissipato i dubbi, ma nel suo governo ci sarà posto anche per un altro esponente dell’epoca Milosevic, ovvero quel Aleksandar Vucic che divenne noto per le sue visioni estremiste durante la guerra del Kosovo nel 1998-99. Vucic nel nuovo esecutivo sarà a capo di Difesa e Sicurezza.

Rosario Amico