Serbia: Ivica Dacic è il nuovo premier, fu portavoce di Milosevic

Serbia: Ivica Dacic è il nuovo premier – Con 142 voti su 250 Ivica Davic è stato oggi eletto, dopo 12 ore di dibattito, nuovo primo ministro della Serbia. Il leader del Partito Socialista sarà sostenuto da un’ampia coalizione di governo che comprenderà anche il Partito Progressista Serbo (SNS) e il partito del presidente della repubblica Tomislav Nikolic, eletto nelle elezioni del maggio scorso. Per la prima volta dalla caduta di Milosevic, nel 2000, il Partito Democratico (Ds) dell’ex presidente Boris Tadic, che aveva avviato nel marzo scorso la procedura per entrare nell’Unione Europea, sarà all’opposizione.

L’ex portavoce di Miloševi? che preoccupa l’Ue – A destare più di una polemica è il passato di Dadic, che è stato il portavoce di Slobodan Miloševi?, l’ex presidente serbo processato all’Aja per crimini contro l’umanità nella guerra dell’ex Jugoslavia. L’agenzia di stampa Reuters rende conto delle preoccupazioni dell’Unione Europea, specie in relazione ai rapporti della Serbia con il Kosovo e al riconoscimento della sua indipendenza. Una volta appresa la nomina, Dacic ha comunque voluto ricordare all’Europa e ai Balcani che il passato deve essere dimenticato e che non si deve aver paura di un’eventuale restaurazione di quella coalizione politica che portò, anni fa,   la Serbia a combattere contro la Nato. Durante il suo discorso d’insediamento, il nuovo primo ministro ha detto che il governo “continuerà i colloqui e i rapporti diplomatici con l’Unione e con i mediatori in Kosovo per raggiungere accordi allo scopo di normalizzare la vita di tutti i cittadini”, ma ha ribadito che la Serbia non riconoscerà l’indipendenza del Kosovo.