Pisa: Operaio comunale si impicca davanti al municipio

Operaio si impicca davanti al municipioA Terricciola, Pisa, un uomo di 49 anni ha scelto di impiccarsi non lontano dal municipio, aveva perso il lavoro per effetto della crisi e, stanco e stressato, ha preso la terribile decisione. La tragedia è avvenuta nella notte e il cadavere dell’uomo è stato ritrovato da una pattuglia dei carabinieri, che lo conoscevano personalmente. Con due figli a casa da mantenere, imbianchino, a marzo aveva perso il suo lavoro, era stato licenziato dall’azienda che stava attraversando un momento di dura crisi. Ritrovato un lavoro precario, a tempo determinato, come operatore ecologico con il Comune di Terricciola, che era riuscito ad ottenere nei mesi scorsi, viveva con l’ansia e nella disperazione di perderlo.

Al sindaco: Ho bisogno di un posto fisso – L’uomo poche ore prima della tragedia aveva deciso di parlare direttamente con il sindaco della città, Maria Antonietta Fais, sfogandosi e raccontando tutte le sue preoccupazioni e difficoltà. Avrebbe voluto un posto fisso, quella tranquillità sognata e così lontana che glia ha fatto preferire la morte. Si è impiccato così nel giardino tra la strada e l’ingresso del comune di Terricciola. Un’altra vittima della crisi, dell’impossibilità di trovare un lavoro che, a 50 anni con una famiglia da mantenere, possa essere frutto di serenità e sicurezza economica.

Irene Fini