Bari: spara in strada alla ex per gelosia

Un uomo di 60 anni ha sparato un colpo alla testa alla ex compagna di 48 anni, riducendola in fin di vita. Il fatto è avvenuto a Molo di Bari, dove l’uomo ha avvicinato la ex in strada e ha iniziato con lei un’accesa discussione per motivi di gelosia. Al culmine della lite ha estratto una pistola e le ha sparato, in pieno giorno, davanti a molti testimoni.

Appena sopraggiunti sul luogo i carabinieri sono risaliti con facilità all’identità dell’aggressore, datosi alla fuga subito dopo la sparatoria, grazie alle numerose testimonianze, riuscendo a rintracciarlo e bloccarlo nei pressi del locale “Ex molo di Levante” ancora armato della pistola scacciacani modificata con la quale aveva quasi ucciso la ex compagna.

La donna è stata immediatamente trasportata all’ospedale di Bari, dove è stata ricoverata in gravi condizioni nel reparto rianimazione, con prognosi riservata. Secondo alcune testimonianze, non sarebbe stata la prima volta che il 60enne le faceva delle violente scenate di gelosia, ma questa mattina l’uomo aveva tutta l’intenzione di mettere fine ai litigi: sembrerebbe che la pistola scacciacani sarebbe stata appositamente modificata per contenere i proiettili con i quali avrebbe avuto intenzione di uccidere la 48enne. Infatti sul luogo della sparatoria i carabinieri avrebbero trovato tre proiettili, dei quali due inesplosi, mentre la pistola, sottoposta a sequestro a seguito dell’arresto, era stata nuovamente caricata e pronta all’uso.

Marta Lock