Bersani presenta la ‘carta d’intenti’: sì alle coppie omosex e alla fedeltà a Monti

Pd fedele a Monti ma pronto a tutto – È un Pd pronto a tutto, ma che rimane fedele all’attuale esecutivo, quello descritto nella carta d’intenti per il patto dei democratici e dei progressisti presentata al Tempio di Adriano in Piazza di Pietra a Roma dal segretario Pier Luigi Bersani. Il Pd è pronto ad ogni evenienza e ci vogliamo dare il nostro passo e tenere il nostro passo” – ha detto Bersani in conferenza. “Siamo qui per presentare un documento e un percorso. Mentre sosteniamo questa fase di transizione in quel che ci piace e in quel che non ci piace a cominciare dalla vicenda esodati su cui va trovata una soluzione. Noi confermiamo il sostegno al governo Monti perché questo significa dare una mano al Paese e traguardiamo alla fine della legislatura”, ha sottolineato il leader del Pd.

Dieci punti fondamentali per un nuovo Pd: primo passo, la crisi economica – Dieci sono i punti fondamentali del patto tra progressisti e moderati in vista delle prossime elezioni politiche, presentati dal segretario del Pd Pier Luigi Bersani. Al centro del programma, come punto fondamentale, c’è il mercato del lavoro: “Il primo passo da compiere è un ridisegno profondo del sistema fiscale che alleggerisca il peso sul lavoro e sull’impresa, attingendo alla rendita dei grandi patrimoni finanziari e immobiliari”. Tra questi dieci punti, oltre che trattare della crisi dell’economia, dell’immigrazione, e della legge elettorale, particolare importanza si è voluto dare al tema delle unioni civili.

Sì alle coppie omosessuali – “Daremo sostanza normativa al principio riconosciuto dalla Corte Costituzionale per il quale una coppia omosessuale ha diritto a vivere la propria unione ottenendone il riconoscimento giuridico’‘, ha assicurato il leader del Pd Pier Luigi Bersani. Molte le promesse fatte dal palco del Tempio di Adriano: “Sui temi civili daremo battaglia perché, se non prende il senso di sé, un Paese non può neanche affrontare i temi economici e davvero aggredire la crisi. Il passo avanti sulle unioni gay – ha proseguito Bersani non ci fa dimenticare il diritto di un lavoro ad essere rappresentato anche se il suo sindacato non firma il contratto”.

Maria Rosa Tamborrino