Milan, parla Berlusconi: “Giovani e campioni, secondi a nessuno”

Milan, parla Berlusconi – I tifosi sono irrequieti, le aspettative e le promesse non sono state mantenute: Thiago Silva ed Ibrahimovic, nonostante le promesse di inizio estate, sono stati ceduti al Psg. Ma Silvio Berlusconi, presidente del Milan, arriva a rasserenare tutti gli animi: con un videomessaggio su “Milan Channel”, il patron rossonero ha voluto tranquillizzare tutti, garantendo un futuro ancor ricco di successo: Il Milan attuale, a differenza di quanto dicono opinionisti e giornalisti, è una squadra forte, con attaccanti di primissimo livello che tutta Italia può solo invidiarci. Siamo fiduciosi e sono sicuro che la prossima stagione il Milan sarà ancora protagonista”. 

Il futuro – Berlusconi analizza il futuro dei rossoneri: “La crisi economica incide anche nel mondo dello sport: ecco perché, pur controvoglia, abbiamo dovuto cedere Ibra e Thiago. Ma non temete: gireremo il mondo in cerca di talenti che saranno utili alla causa rossonera. E, se possibile, vigileremo anche su Kakà, un campione sempre rimasto nei nostri cuori. Anche senza spendere cifre esagerate si può costruire una squadra vincente, divertente ed efficace. Ecco perché non dovete perdervi d’animo e sono sicuro, comunque, che il Milan e la sua dirigenza godano di una profonda stima da parte dei propri tifosi”. Infine, un occhio agli investitori stranieri: Le porte sono sempre aperte a chiunque vorrà dare un contributo economico per rendere il Milan ancora più grande”. 

Edoardo Cozza