Ilva, 336 milioni in arrivo. Cdm stanzia i fondi per la bonifica delle aree contaminate

Cdm stanzia i fondi – Dopo l’alta tensione registrata ieri a Taranto sul caso Ilva, il governo, nel Consiglio dei Ministri di oggi, ha deciso di stanziare, tramite un decreto legge, i fondi per la bonifica delle aree inquinate dall’azienda.
Il decreto ha sbloccato così 336 milioni di euro, di cui solo 7.200.000 di parte privata, mentre il resto è di parte pubblica.
Il ministro Clini ha ricordato che “l’Ilva ha accettato il tavolo e lunedì si riunirà.  Spero che nell’arco di una settimana si arrivi all’identificazione delle soluzioni tecnologiche per ridurre le emissioni inquinanti. In questo modo potremo sottoscrivere un accordo tra impresa, ministero e Regione Puglia, che vincoli l’impresa ad attuare ciò che è stato determinato.  E se verranno attuate innovazioni tecnologiche, l’Ilva potrà accedere ai fondi pubblici. Gli investimenti per le imprese per rispettare l’obbligo di legge sono a carico delle imprese stesse solo in caso di innovazione tecnologica le imprese possono accedere a fondi pubblici“.

Le indagini – Dal punto di vista legale, invece, il tribunale del Riesame dovrà pronunciarsi sui ricorsi presentati dall’Ilva, accusata di disastro ambientale. Resta alta la tensione nei dintorni del Tribunale, tutta la zona, infatti, resta altamente sorvegliata dalle forze dell’ordine.

Matteo Oliviero